Piatto unico, Pizze, focacce, rustici

Panadas oschiresi

panadas oschiresi crude

Buongiorno! Oggi vi voglio lasciare la ricetta molto nota di un piatto tipico sardo.
Avendo sposato un oschirese non potevo non cimentarmi in quest’impresa.
Qualche mese fa ho provato a farle insieme a mia suocera. Lei ovviamente è stata molto paziente dato che chiuderle è una vera arte e io non sapevo da che parte iniziare.
La prima è venuta orribile, ma pian piano ho migliorato un pochino. Ancora dovrò fare molta strada ma spero di imparare presto.
Questo piatto viene fatto anche in altre zone della Sardegna ma solitamente sono grandi e ripiene oltre che di carne anche di pesce o verdure.
Qui nella nostra zona si utilizza la carne che sia di agnello, pecora, cinghiale o maiale.
Non è un piatto leggero certo e sostituisce un pasto vero e proprio accompagnate magari da una bella insalata.
Si prepara anche in occasione di eventi importanti quali feste, compleanni, battesimi ecc…

panadas2

Ingredienti:

  • 500 gr di semola
  • 120 gr di strutto (circa)
  • acqua tiepida
  • 1 cucchiaino di sale

Per il ripieno:

  • 500 gr di carne a tocchetti
  • lardo
  • sale
  • pepe
  • aglio e prezzemolo

panadas4

Lavorare la farina con acqua e sale e un po’ di strutto.

Nel frattempo sminuzzare la carne. In un piano da lavoro unire il sale, il pepe, prezzemolo, aglio e tritateli finemente.
Condire la carne e lasciare insaporire una notte in frigo.
Stendere la sfoglia e ricavare delle forme rotonde (a occhio una decina di cm di diametro)
Adagiare sopra il disco un cucchiaino di lardo tritato e un cucchiaio abbondante di carne.

IMG_3629

IMG_3631 copia

IMG_3634 copia

    
IMG_3638 copia

Sistemare un altro cucchiaino di lardo tritato sopra la carne e chiudere con un altro disco di pasta di 5 cm di diametro.

Ora tirare su i bordi. Deve essere un passaggio veloce perché altrimenti la pasta si scalda troppo e le panadas tenderanno ad abbassarsi troppo.
IMG_3639 copiaIMG_3640 copiaIMG_3641 copia

 

 

IMG_3643 copia

 

 

 

 

 

Ora arriva il bello. Chiudere pizzicando la pasta. Quella di sotto dovrà unirsi a quella di sopra.
Ora si pizzica e si abbassa con il pollice formando una sorta di cordicella.
E’ più complicato spiegarlo che metterlo in pratica 😀

IMG_3653 copiaIMG_3656 copia
 

 

 

 

 

 

 

Cuocere in forno a 180/200° per 30 minuti.
Sentirete che profumo in tutta casa!

IMG_3659